Monthly Archives: aprile 2011

Teresa Mattei per il 25 aprile

Cari amici e compagni,
in questo 25 Aprile sono al vostro fianco per la forza delle nostre idee, le battaglie per la democrazia e la difesa della nostra Costituzione nata dalla Resistenza e dal sacrificio di tante migliaia di nostri compagni.
Festeggiamo questo 25 Aprile in un Paese ben diverso da quello che pensammo nei lunghi anni di lotta clandestina contro il fascismo e che nacque dalla straordinaria collaborazione di tutte le forze politiche antifasciste nell’Assemblea Costituente alla quale ho avuto l’onore di partecipare.
Da 16 anni viviamo la progressiva erosione di tutti i principi di uguaglianza, libertà, diritti e democrazia che abbiamo affermato nella carta costituzionale e che per tanti anni successivi abbiamo lottato per affermare e realizzare nella vita di tutti.
Purtroppo l’attacco contro i diritti dei lavoratori, la scuola pubblica e democratica e la libertà di opinione sono iniziati ancora prima che questa cricca di fascisti andasse al governo del nostro Paese, anche da parte di tanti uomini cosiddetti di sinistra ma tanto amanti della globalizzazione e del profitto dei capitalisti.
Abbiamo vinto anche delle battaglie in questi anni, come nel 2004 il referendum contro le modifiche alla nostra Costituzione, dimostrando che nel nostro Paese c’è una maggioranza di Cittadini che credono nella libertà e nella democrazia come sinceri antifascisti.
Ma una legge elettorale infame permette a questa minoranza di affaristi e mafiosi con le loro televisioni, la corruzione eletta a sistema, di governare continuando a voler cambiare le leggi e i principi della nostra democrazia per promuovere i loro sporchi interessi.
Il miserabile nano, corruttore di minorenni, prestanome degli interessi della mafia nasconde sotto chili di cerone la faccia della parte peggiore dell’Italia, quella che ha prosperato con lui e i suoi manutengoli, ostacolando l’azione della magistratura sottraendo sempre più risorse alla
giustizia e adattando le leggi per fare uscire dal carcere i veri criminali e riempirle di poveri immigrati e povera gente.
Di una cosa però sono sicura dietro a questa gentaglia che sta distruggendo il nostro Paese non ci sono le masse, non c’è alcuna volontà popolare ma solo l’illusione creata con la televisione che per tanta povera gente, anziani e disoccupati in questo momento tragico è spesso l’unica compagnia.
Credo che dobbiamo andare tutti a votare per i referendum che ormai sono l’unico esercizio di voto rappresentativo della volontà popolare e finalmente convincere il Presidente Napolitano ad indurre il Parlamento ad abrogare la legge elettorale e a sciogliere le Camere per poter tornare ad esercitare la nostra sovranità e portare in parlamento delle donne e degli uomini degni e scelti da noi.
Viva la lotta dei popoli del nord Africa contro le dittature per la democrazia e la libertà, sono nostri fratelli e mi auguro che i nostri giovani, i giovani europei, sappiano imparare a lottare con altrettanta determinazione per liberarci dai nostri tiranni e costruire quel futuro  che il 25 Aprile abbiamo iniziato.

Teresa Mattei – Chicchi
Rocco Muzio

Foto 25 Aprile – Pranzo Partigiano

Questo slideshow richiede JavaScript.

25 APRILE – PRANZO PARTIGIANO